Immagine

La Citè vive. Cazzo

4 lug

La Citè vive. Cazzo

Firenze. Venerdì 5 luglio 2013. Alle 17:00 o quando pare a voi. Dal covo di malfattori chiamato Citè.

Che se si misurasse veramente in decibel – la cultura – allora altro che ganasce. Non basterebbero chilate di cerume, sordine e mutafoni in lana di roccia: l’urlo di un baretto d’Oltrarno chiamato Citè, ci seppellirebbe come un tonfo di LeBron. E zitti tutti.

E poi (copincollo) dicono che:
La cultura è un valore diffuso, viaggia nell’aria come il suono delle voci, delle note, dei pensieri: non genera rumore, non genera degrado, genera pensiero critico, sviluppo delle società.
Luoghi chiusi impoveriti e svuotati, strade deserte di notte schiacciate sotto il caos dei motori di giorno, teste piegate e vuote nell’oblio degli schermi. Vogliamo dire basta. Difendiamo il diritto di lavorare negli ambiti culturali, di creare arte, socialità, vivibilità in una città che DEVE ESSERE CONTEMPORANEA. Un problema comune, una voce comune.

Per riaprire La Cité servono 3 cose: un buon avvocato, migliorie strutturali e molta energia positiva contro una piccola mentalità bigotta. Abbiamo bisogno del contributo di tutti!

Per questo motivo abbiamo deciso di organizzare un grande Corteo per Venerdì 5 luglio. Il luogo di ritrovo sarà Piazza del Carmine alle 17:00. La manifestazione, prevista per le ore 17.30, percorrerà alcune delle strade più significative dell’Oltrarno, e terminerà in Piazza Santo spirito.

Durante la manifestazione saranno previsti momenti di sosta per performance musicali, artistiche e reading. Partecipate con tutto il vostro bagaglio: parole, pensieri, musica, danza, clownerie, libri.

Tutti i singoli e le realtà culturali cittadine sono invitate a sottoscrivere questo appello inviando una mail a citeparade@gmail.com o telefonando al 3393436476 o al 3491723770.

2 Risposte to “La Citè vive. Cazzo”

  1. Val 25 luglio 2013 at 11:34 #

    Mentalità bigotta? I veri bigotti sono i radical chic figli di papà che frequentano quel posto! Non ci mancherà la citè

  2. cheap los angeles dodgers jerseys 28 novembre 2013 at 09:48 #

    9999 The modest particulars, these kinds of as cloth bows or embroidery allow them to present a specific measure of panache with the most standard every outfit. We were like “ok, you’re able to marry Harry!” Will probably she one day be Prince Harry’sthen? “Nah! No!”.
    cheap los angeles dodgers jerseys http://www.brooksandbrooksfoundation.org/los-angeles-dodgers-jerseys-c-6_34.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 53 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: