PIC NIC – Fumetti gratis per tutti

22 Feb

La notizia: nasce una nuova rivista. Si chiama Pic Nic. Il progetto è di un gruppo di giovani autori italiani, noti come “Superamici”. La formula editoriale è (quasi) inedita: una free press a fumetti. I contenuti sono pieni di un’energia contagiosa, una vitalità pop quasi inattesa nella gelatinosa Italia [fumettistica?] degli ultimi tempi. La presentazione al pubblico sarà a Bologna, il 6 marzo, durante il festival Bilbolbul.

Il progetto pare curioso. E promettente. Dunque eccoci: se volete saperne di più, e avete voglia di proseguire la lettura, vi racconto qualche dettaglio [inclusa la prima immagine ‘unofficial’ della rivista, e i disegni dei “cosini”, versione iconica di Ratigher, Lrnz, Tuono Pettinato, Dr.Pira, Maicol&Mirco].

Da oltre un anno il ‘collettivo’ Superamici stava preparando questo nuovo progetto editoriale. Il lavoro che questi 5 autori hanno realizzato negli ultimi 3-4 anni li aveva fatti notare come dinamici, creativi e talvolta eccellenti (e di uno fra loro ho già detto anche qui). Hanno pubblicato autoproduzioni, curato spassose antologie porno (!), creato una rivista collettiva dal nome sciocchino Hobby Comics, ideato una mostra/decostruzione di Bilbolbul per l’omonimo Festival del 2008, e realizzato diverse pubblicazioni personali. Il bello del loro percorso è che il risultato del lavoro di gruppo ha sempre prodotto qualcosa di superiore alla semplice somma dei singoli: la diversità – narrativa, artistica, culturale – si è rivelata una risorsa per definire una cifra editoriale caratteristica e vitale. Un’idea di fumetto come intrattenimento, vissuto e praticato con schiettezza, anche se mediato dalla consapevolezza – un po’ al “secondo grado” – di fare un lavoro che dell’intrattenimento è anche una (divertita) critica.

La rivista Pic Nic nasce da questa esperienza collettiva. Ma prova ad alzare il livello della sfida: portare un’idea di fumetto che mi ostino a chiamare pop – popolare, genuinamente divertita, e attenta agli stili emergenti – a un pubblico ampio e, soprattutto, in qualche misura nuovo.

La pubblicazione si presenta in modo piuttosto ‘alieno’ rispetto all’offerta editoriale tradizionale, a fumetti e non. Si tratta di tre fascicoli “impacchettati” in un’unica confezione/scatola. Il contenitore sarà il vero volto della rivista, la sua cover, illustrata secondo una sensibilità che viene evidentemente più dalla grafica che dall’illustrazione. I tre fascicoli hanno foliazioni differenti (36, 48, 72 pagine) e presentano generi / contenuti diversi: Pic-Nic Ha-Ha (comico), Pic-Nic Bang (azione),Pic-Nic Mumble (art comics e ‘fumetto di realtà’).  Si tratta quindi di un supporto da 156 pagine di fumetti (pochissimi i redazionali).

Gli autori coinvolti? Tra gli italiani: Paolo Bacilieri, Francesca Ghermandi, Giuseppe Palumbo, Alessandro Baronciani, Andrea Bruno, Paolo Parisi, Davide Toffolo, Squaz, Adriano Carnevali. Insisto su quest’ultimo: Carnevali è a mio avviso uno dei più dotati character designer della storia del fumetto italiano, già autore umoristico del Corriere dei piccoli, e (in)dimenticato creatore negli anni 70 dei Ronfi, una sorta di equivalente sottovalutato dei Puffi (chissà quale carriera avrebbero avuto, gestiti da più abili editor e professionisti del licensing). Gli autori stranieri saranno svelati a Bilbolbul. Ne cito uno solo. Anche perché ignoto in Italia: una giovane donna, autrice umoristica, pubblicata da Scholastic e First Second, che si chiama Sara Varon.

La rivista cerca il suo pubblico tra i giovani. Adolescenti. La tiratura programmata è di 20mila copie. Per raggiungerli ha messo a fuoco una strategia distributiva del tutto eccentrica: non tanto fumetterie e librerie, ma circuiti differenti, e anche del tutto non canonici. Per esempio: la rete dei concerti musicali (grazie alla partnership con una nota agenzia di organizzazione di eventi musicali), o un certo numero di negozi di abbigliamento (grazie ad un’altra partnership con un produttore di capi per teenager), e altri accordi che si stanno definendo. Grazie anche al lavoro dell’agenzia romana Xister. Una sfida la cui riuscita è tutt’altro che scontata. Ma che è una bella e sensata scommessa.

Infine il modello di business: free press, pagata quindi dagli inserzionisti pubblicitari. Un modello non proprio “in piena forma”, nel contesto odierno di crisi dei mercati pubblicitari. Ma tuttavia – se si eccettua il caso, meno fumettocentrico, della a-me-ben-nota collanaZeroGuide – un modello ancora sottovalutato in ambito fumettistico, anche (non dimentichiamo) per ragioni storiche di cultura editoriale, ecc. ecc.

Le mie aspettative verso questo progetto – che conosco solo in parte – sono piuttosto elevate. Questo blog lo mette agli atti. Vedremo. Quel che è certo è che il fumetto popolare italiano continua ad avere bisogno, oggi, di forti iniezioni d’energia. Come questa. Pic Nic prova a gettarsi nella mischia, spiazzando con un modello gratuito, una distribuzione alternativa, e un mucchio selvaggio di autori di talento, in grado di rompere anche le uova in qualche paniere (editori : sveglia!).
http://svel.to/rv

8 Risposte to “PIC NIC – Fumetti gratis per tutti”

  1. Kalamata 23 febbraio 2010 a 02:07 #

    fantastici i ronfi

  2. best instant camera 10 aprile 2013 a 05:44 #

    Hi superb website! Does running a blog such as this take a great deal of work?
    I have absolutely no understanding of programming but I was hoping to start my own blog soon.
    Anyhow, if you have any recommendations or tips
    for new blog owners please share. I understand this is off topic however I just needed to ask.
    Thanks a lot!

  3. http://storify.com/ 13 luglio 2013 a 07:02 #

    Good day! This post couldn’t be written any better! Reading through this post reminds me of my good old room mate! He always kept talking about this. I will forward this post to him. Fairly certain he will have a good read. Thank you for sharing!

  4. 24 hr appliance repairs 21 luglio 2013 a 05:34 #

    Heya! I’m at work browsing your blog from my new apple iphone! Just wanted to say I love reading your blog and look forward to all your posts! Carry on the superb work!

  5. emergency appliance repairs 30 luglio 2013 a 05:52 #

    I’m really loving the theme/design of your web site. Do you ever run into any browser compatibility issues? A couple of my blog audience have complained about my site not working correctly in Explorer but looks great in Safari. Do you have any recommendations to help fix this issue?

  6. I every time spent my half an hour to read this blog’s articles or reviews daily along with a cup of coffee.

  7. large appliance repair 8 agosto 2013 a 04:53 #

    Hey there would you mind sharing which blog platform you’re working with? I’m looking to start my own blog
    soon but I’m having a tough time selecting between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal. The reason I ask is because your layout seems different then most blogs and I’m looking for something completely unique.

    P.S My apologies for being off-topic but I had to ask!

  8. Krystal 23 agosto 2013 a 21:59 #

    Excellent blog right here! Also your web site rather a lot up very fast!
    What host are you the usage of? Can I am getting your affiliate link on your host?

    I desire my website loaded up as fast as yours
    lol

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: